Home  |  Ultimissime  |  S-BUDGET: fai felice il tuo borsellino.
11.01.2017

S-BUDGET: fai felice il tuo borsellino.

S-BUDGET: fai felice il tuo borsellino.

Eccoci ai primi di gennaio. Sazi, forse troppo, di dolci e prelibatezze, stanchi di festeggiamenti, ma soddisfatti per aver trascorso giornate serene con famiglia e amici, consapevoli di aver magari speso eccessivamente per cibo e regali, pentiti per aver esagerato, siamo ora pronti a partire carichi di buoni propositi per l’anno nuovo.

Il nostro contributo vuole consolare quelli che hanno festeggiato senza troppo preoccuparsi del budget e dare anche ai più prudenti alcuni spunti su cui riflettere. Se durante tutto l’anno ci si applica e essere più oculati quando si fa la spesa, ci si potrà concedere qualche lusso in più nei momenti di festa, senza che il bilancio famigliare ne risenta.

Per questo vogliamo aprire il 2017 presentando la linea a marchio ASPIAG, S-BUDGET, creata nel 2008 per prendersi cura del portafoglio delle famiglie.

S-BUDGET: la qualità conveniente.
Altroconsumo ha realizzato, a ottobre 2016, la ventottesima edizione dell’interessante inchiesta sui prezzi del paniere, cioè di quel grande contenitore dei nostri bisogni irrinunciabili: il cibo e alcuni fondamentali prodotti per la casa, l’igiene, la salute e la bellezza. I dati Istat riportano che una famiglia italiana spende mediamente ogni anno per i propri consumi quasi 30.000 euro, dei quali più del 20% viene speso al supermercato. La spesa rappresenta quindi un quinto del bilancio famigliare, indipendentemente dal numero di componenti del nucleo. L’Istat si limita a segnalare i dati, senza distinguere tra famiglie numerose e single, mentre l’inchiesta mette in evidenza che, facendo attenzione ai marchi acquistati, un single (tipologia ormai molto diffusa in Italia), che mediamente spende 23.000 euro l’anno, di cui 4.000 al supermercato, può realizzare un risparmio di oltre 1.300 euro all’anno. Ogni famiglia risparmia a modo suo, ma un dato è certo: l’acquisto di prodotti a marchio commerciale, cioè quelli con il logo della catena di vendita, contribuisce in modo decisivo a migliorare il budget famigliare.

In questa inchiesta molto ricca e complessa, che ha coinvolto 67 città, con 1.002.269 prezzi rilevati per 115 categorie di prodotti in oltre 922 punti vendita visitati, suddivisi tra supermercati, ipermercati e discount, si evidenzia come il fatto di acquistare prodotti a marca del distributore, oltre a contribuire a un notevole risparmio, garantisca anche un ottimo rapporto qualità prezzo. I test di Altroconsumo dimostrano che la qualità non sempre è cara: molti prodotti premiati nelle prove di laboratorio non sono griffati e andare a fare la spesa nel posto giusto è, oggi più che mai, conveniente.

Facciamo l'esempio di una coppia senza figli, che spende per i propri consumi quasi 33mila euro in un anno, di cui oltre 6.500 sono dedicati alla spesa. Lo stesso carrello, riempito di prodotti con il marchio dell'insegna, verrebbe a costare poco più di 4.400 euro, con un risparmio di circa 2.100 euro all’anno. E ancora: quella stessa spesa fatta al discount permette di risparmiare oltre 3.500 euro. Un altro caso è la coppia con due figli, che secondo l'Istat sostiene in media un budget annuo di 39mila euro. Gli 8.600 spesi al supermercato, potrebbero diventare meno di 6mila euro comprando prodotti a marchio commerciale. [Fonte: Altroconsumo, inchiesta sui prezzi – ottobre 2016]

Questa è esattamente la politica che abbiamo seguito nel creare la linea S-BUDGET, pensata per sostenere le persone e le famiglie nel risparmio al momento degli acquisti, mantenendo inalterata la qualità. L’obiettivo è quello di contrastare il carovita, ricordando però che non c’è comunque da augurarsi il calo generale dei prezzi, la cosiddetta deflazione, perché si tratta di un indicatore negativo che, nell’economia di un paese mette in moto un circolo vizioso di diminuzione dei consumi e, di conseguenza, della ricchezza, con maggiore disoccupazione e calo del potere d’acquisto.

Che succede ai prezzi in Italia?
Secondo l’Istat i prezzi generali sono stabili, mentre sono in lieve aumento (+0,2%) i prodotti alimentari. L’inchiesta di Altroconsumo si concentra sui dati che riguardano la grande distribuzione e rileva un calo dei prezzi nei prodotti di marca (2%) e in quelli più economici (scesi del 7% nei super, del 4% in iper e discount), sintomo della crisi che spinge a proporre prodotti che consentano il massimo risparmio per sgominare la concorrenza. Sono invece in leggero aumento (+1,2%) gli articoli in genere più venduti, cioè quelli che riportano il marchio commerciale della catena e che coprono circa il 30% del mercato.

I prodotti a marchio: S-BUDGET.
Perché le persone prediligono questi prodotti? Per comodità, per questioni di tempo, perché si fidano di un marchio che hanno imparato a conoscere e apprezzare.

Nella linea S-BUDGET abbiamo inserito oltre 150 prodotti, alimentari e non: pasta, farina, burro, panna, condimenti, latticini, salumi, surgelati, bevande, prodotti per l’igiene della casa. Tutti generi di prima necessità, a prezzi di assoluta convenienza. Quando l’abbiamo proposta nel 2008 sugli scaffali dei supermercati Despar, Eurospar e Interspar, molti clienti hanno raccolto l’invito a riempire il carrello, senza svuotare il portafoglio.

Forse all’inizio si sono fatti convincere dalla convenienza economica, ma noi sapevamo che le vere conquiste si fanno con il tempo e la qualità.

S-BUDGET è una linea di "primo prezzo", la cui qualità è garantita dai controlli che Despar applica a tutta la filiera: dalla selezione delle materie prime alle procedure di lavorazione, dai criteri di confezionamento al sistema di distribuzione.

Prodotti buoni, con le persone e con il loro borsellino.
Continua a seguirci e ti racconteremo come facciamo a garantire l’ottima qualità dei nostri prodotti e la massima convenienza per le tue tasche.