Loading
Se hai dimenticato la password clicca qui!
Home / Media & Press / Aspiag Service (Despar Nordest) finalista agli Oscar di Bilancio 2013

02.12.2013

Aspiag Service (Despar Nordest) finalista agli Oscar di Bilancio 2013

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica si è svolta lunedì 2 dicembre a Milano, presso la sede di Borsa Italiana, la 49° Cerimonia di
consegna degli Oscar di Bilancio, premio promosso e gestito da FERPI – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana.


L’Oscar di Bilancio esamina e valuta gli aspetti di comunicazione, struttura e fruibilità da parte di tutti gli interessati, della reportistica delle società e degli enti che vi partecipano, senza entrare nel merito dei risultati economici e di ambito ambientale e sociale. Di fatto, è un laboratorio permanente dove si accolgono e sviluppano idee che nascono dall’analisi e dalle aspettative di una comunità economica in continua evoluzione.


Aspiag Service, la concessionaria Despar per il Nordest, con il Report Integrato 2012 si è classificata tra i quindici finalisti, nella categoria “Società e Grandi Imprese non quotate”, ed è l’unica azienda della grande distribuzione organizzata a essere stata inclusa nel novero.


L’attestato di finalista è stato consegnato all’Amministratore Delegato di Aspiag Service, Paul Klotz, e al Direttore Amministrativo della società, Raffaele Trivellato, nel corso della cerimonia aperta dall’intervento, in collegamento video, del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato.


“Considero questo Premio molto rilevante per il sistema delle imprese che oggi competono sempre di più anche sulla trasparenza e qualità dei loro bilanci, per trovare consenso tra i propri stakeholder e ottenere credibilità sui mercati”, ha dichiarato Zanonato. “Ringrazio la comunità dell’Oscar di Bilancio per questo premio, perché mette in risalto una delle caratteristiche indispensabili che devono avere le nostre aziende: la trasparenza. Le imprese italiane sono un pezzo fondamentale della capacità di competere del nostro Paese, questo Premio lo mette in evidenza, e di questo grande lavoro vi ringrazio a nome di tutto il Governo.”


La motivazione del riconoscimento ad Aspiag Service
Questa la motivazione con cui la giuria, presieduta dal professor Andrea SironiRettore dell’Università Bocconi di Milano, ha incluso Aspiag Service nella
ristretta rosa dei finalisti: “Il bilancio d’esercizio presenta in modo adeguato tutte le informazioni richieste dalla normativa italiana; inoltre nella relazione sulla gestione vengono forniti gli schemi di bilancio riclassificati, il rendiconto finanziario e i principali indici di bilancio (adeguatamente spiegati). Pregevole la rappresentazione grafica dei dati e di tutte le altre informazioni di bilancio, grazie ad un buon dosaggio fra testo e iconografia che agevola la lettura e la comprensione del fascicolo. La versione web è adattata alla navigazione Internet, confermando l’impegno a rendere di facile fruibilità il Report.


Meritevole di segnalazione lo sforzo fatto dalla Società per la predisposizione del report integrato in base alle linee guida dell’IIRC International Integrated
Reporting Council; in tale documento viene rappresentato, valutato e monitorato in modo sintetico l’insieme delle azioni, risorse e risultati che non hanno un riscontro nelle tradizioni forme di reporting.


Il Report Integrato affronta in particolare le tematiche della governance, del modello di business, della strategia e allocazione delle risorse, inoltre fornisce
informazioni sulla performance e sulle prospettive future, infine il report contiene anche il bilancio di sostenibilità.


Il documento contiene inoltre un’apposita sezione dal titolo “organizzazione e metodologia report integrato”, in cui si forniscono le definizioni dei termini
utilizzati e la metodologia seguita nella redazione del documento, nonché una tabella di riepilogo degli indicatori GRI Global Reporting Initiative G3.1, corredata dalla relativa relazione di una primaria società di revisione.”


Trivellato (Aspiag Service): abbiamo sperimentato nuove e originali strade di rendicontazione
Raffaele Trivellato, CFO di Aspiag Service, commenta così il riconoscimento ottenuto: “È stato premiato l’impegno a sperimentare nuove forme di reportistica, nell’interesse sia dei vertici aziendali sia dei cosiddetti stakeholders. Abbiamo cercato nuove e originali strade di rendicontazione, e il nostro Report Integrato segna una forte discontinuità nell’ambito dei bilanci italiani".


“Il Report Integrato 2012 di Aspiag Service”, continua Trivellato, “rappresenta un esempio evoluto di reale integrazione tra informazioni finanziarie e non
finanziarie, tra gli obiettivi strategici e i capitali a disposizione dell’azienda, tra business model e relativa performance, differenziandosi da altri ‘bilanci integrati’ che si presentano come mera aggregazione, in un unico fascicolo, del bilancio d’esercizio e del bilancio di sostenibilità”.


“E’ stato un lavoro molto impegnativo”, prosegue il Direttore Amministrativo di Aspiag Service, “che compie l’importante sforzo di andare oltre il classico Financial Reporting e il tradizionale Report di Sostenibilità. Vuole infatti collocarsi sulla frontiera delle tendenze internazionali del più complesso ed esaustivo Business Reporting, integrando e connettendo in un unico documento, in modo concreto ed efficace, dati aziendali di diversa natura: finanziari, intangibili, di sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa, strategia, governance, dati previsionali”.


“Il Report Integrato di Aspiag Service, inoltre, riconosce quali capitali necessari allo sviluppo dell’Azienda non solo il capitale finanziario, ma anche il capitale umano, il capitale organizzativo, il capitale relazionale e sociale, il capitale materiale-infrastrutturale, e – non meno importante – il capitale naturale. Secondo noi di Aspiag Service” conclude Trivellato, “un’azienda può crescere in modo armonico e profittevole soltanto unendo queste forme di capitale”.


Il Report Integrato 2012 di Aspiag Service S.r.l. è stato realizzato con la consulenza del professor Stefano Zambon, ordinario presso la Facoltà di
Economia dell’Università di Ferrara. Il progetto grafico è stato sviluppato dall’azienda in collaborazione con gli studenti della Fondazione Accademia della
Comunicazione di Milano.