Loading
Se hai dimenticato la password clicca qui!
Home / Media & Press / Gli Interspar del Veneto sostengono le scuole con l’iniziativa “DonaLibri”

30.08.2017

Gli Interspar del Veneto sostengono le scuole con l’iniziativa “DonaLibri”

Aspiag Service, la concessionaria Despar per il Nordest, torna a proporre un’iniziativa a favore delle scuole: dall’1 al 17 settembre, infatti, nei punti vendita Interspar del Veneto sarà attiva l’operazione “Dona Libri”, grazie alla quale i clienti e l’azienda stessa potranno aiutare gli istituti scolastici del proprio territorio. La meccanica è semplice: per tutta la durata dell’iniziativa – una vera e propria “colletta” culturale – i clienti potranno acquistare un libro nell’assortimento Interspar e lasciarlo al box accoglienza come donazione per le scuole; per ciascun libro donato dai clienti, Interspar aggiungerà altri due libri (dizionari, atlanti, ecc.). Tutti i libri raccolti in ciascuno punto vendita aderente saranno consegnati alle scuole del territorio il 29 settembre, in concomitanza con “Il Veneto Legge”, la prima “Maratona Regionale di Lettura” che l'Assessorato alla Cultura della Regione del Veneto ha organizzato in collaborazione con la sezione regionale dell'Associazione Italiana Biblioteche e con l'Ufficio Scolastico Regionale. Fabio Donà, Direttore Marketing di Despar Nordest, spiega così le motivazioni dell’iniziativa: “Siamo convinti che sostenere il mondo della scuola significhi far crescere tutto il nostro territorio. Da anni la nostra azienda mette in campo iniziative concrete a supporto del mondo della scuola: basta pensare al progetto di educazione alimentare, ambientale e motoria ‘Le Buone Abitudini’ che dal 2007 ha coinvolto oltre cinquantamila alunni, i loro insegnanti e le loro famiglie. L’iniziativa ‘DonaLibri’ ci è sembrata un modo utile e concreto per rafforzare quest’attenzione, partecipando in maniera attiva e concreta all’acquisto di materiale didattico per supportare la qualità del servizio scolastico, sostenendo al tempo stesso la bella iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Veneto.”