Loading
Se hai dimenticato la password clicca qui!
Home / Media & Press / Inaugurato il secondo Interspar a Rovigo: eco-friendly e con una squadra giovane

14.12.2017

Inaugurato il secondo Interspar a Rovigo: eco-friendly e con una squadra giovane

L’autunno “caldo” di Aspiag Service (la concessionaria Despar per il Triveneto e l’Emilia Romagna), che ha visto l’apertura di quattro nuove filiali in poco più di un mese, si è concluso giovedì 14 dicembre a Rovigo, con l’attesa inaugurazione di un punto vendita Interspar in Viale Porta Adige, nell’area che un tempo ospitava la piscina comunale Baldetti.

Il taglio del nastro si è svolto alle 8:30, alla presenza di Luigi Paulon, Assessore al Commercio e Viabilità del Comune di Rovigo, accando ai vertici aziendali Despar.

Dopo la lunga e positiva esperienza con il nostro Interspar nel Centro Commerciale La Fattoria, inaugurato nel lontano 1998 e ristrutturato di recente, era giunto il momento di presentarci a Rovigo con un negozio di ultima generazione”, spiega Francesco Montalvo, amministratore delegato di Aspiag Service, nella cui area di responsabilità ricadono tutte le 228 filiali ad insegna Despar, Eurospar e Interspar che l’azienda gestisce nel proprio territorio di attività. “Siamo lieti che il nostro Interspar contribuisca anche alla riqualificazione di un’area di Rovigo a rischio degrado: questo è coerente con il nostro impegno a essere una presenza di qualità in tutte le città dove operiamo”.

Il nuovo Interspar ha una superficie di vendita di 2.397 metri quadri, servita da dieci casse tradizionali e quattro casse per il self-checkout.

Al suo interno trovano spazio circa trentamila referenze, prevalentemente ma non esclusivamente alimentari: un assortimento in grado di soddisfare sia le esigenze di chi fa la classica spesa settimanale, sia quelle di chi preferisce suddividere i propri acquisti in diversi momenti, per non perdere troppo tempo all’interno del negozio.

Ci sono i tradizionali reparti self-service, ma Interspar privilegia il contatto umano dietro il banco: il personale sorride e consiglia dai banconi della gastronomia, della pescheria e della macelleria. Segno di un’azienda che vuole guardare faccia a faccia i propri clienti, e che investe nella formazione dei propri collaboratori.

I collaboratori dell’Interspar di Viale Porta Adige sono sessanta, e quaranta di loro sono stati assunti proprio grazie alla nuova apertura. A coordinare la squadra è lo store manager Diego Baruffa.

Siamo un’azienda che cresce e crea occupazione, anche in tempi complessi come quelli che stiamo vivendo”, spiega ancora Montalvo.

All’esterno del superstore, il parcheggio mette a disposizione circa 150 posti auto. L’Interspar sarà aperto tutti i giorni con orario continuato 9:00 – 20:00.

Il nuovo Interspar rodigino, in linea con tutte le nuove aperture e ristrutturazioni proposte da Aspiag Service, si distingue per l’attenzione alla sostenibilità, e non soltanto perché il cantiere ha comportato la bonifica completa dall’area ex Baldetti dall’eternit presente.

Per la sua realizzazione, infatti, l’azienda (che dal 2013 può vantare un sistema di gestione ambientale certificato ISO14001) ha ricercato soluzioni che garantiscono risparmio energetico e minore impatto ambientale.

È sempre Montalvo a spiegare che “Siamo consapevoli che la grande distribuzione è uno degli elementi che più contribuiscono a definire il volto di un territorio, e siamo consapevoli della responsabilità che ne deriva: l’attenzione all’ambiente è parte del nostro impegno a preservare e restituire valore ai luoghi in cui operiamo e alle comunità che ne fanno parte”.

Un altro esempio di valore per la comunità è frutto della collaborazione ormai decennale con Last Minute Market e Fondazione Banco Alimentare, grazie a cui Aspiag Service recupera la quasi totalità della merce invenduta per rimetterla virtuosamente in circolo grazie alla collaborazione con onlus, enti e associazioni del territorio:  anche l’Interspar di Viale Porta Adige (come il suo “fratello maggiore” a Borsea) entrerà a pieno titolo in questo circuito virtuoso, e da gennaio donerà regolarmente tutta la merce non più commercializzabile ma ancora perfettamente utilizzabile all’Associazione Società di San Vincenzo de Paoli Consiglio Centrale di Rovigo O.N.L.U.S.