Home  |  Press  |  DESPAR a fianco della Fondazione Robert Hollman, nella realizzazione di un parco inclusivo

29.05.2019

Despar punta a promuovere i prodotti del distretto di Monselice e Padova Sud

10.05.2019

Con "Hillary" di Kenneth Goldsmith l'arte contemporanea entra a Despar Teatro Italia

29.03.2019

Il 2018 di Despar Aspiag Service: 2,25 miliardi di fatturato, 15 nuovi punti vendita e 194 posti di lavoro in più.

28.02.2019

Da Despar oltre cinquantaduemila euro per l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla

19.02.2019

“Il mondo ha bisogno delle donne”: torna la raccolta fondi che le sostiene

Leggi tutte
FRANCESCA GUGLIELMI
RESPONSABILE UFFICIO STAMPA
Via Galilei 29 | 35035 Mestrino | Tel: +39 049 9009311
31.05.2019

DESPAR a fianco della Fondazione Robert Hollman, nella realizzazione di un parco inclusivo

DOWNLOAD DESPAR a fianco della Fondazione Robert Hollman, nella realizzazione di un parco inclusivo

Realizzare un Parco inclusivo, dedicato e aperto a tutti, pensato per aprire orizzonti,favorire la comunicazione e la condivisione da parte di tutte le persone, attraversando ogni generazione: è questo l’ambizioso progetto della Fondazione Robert Hollman, ente privato con sede nel padovano, che si occupa di sostenere lo sviluppo dei bambini con deficit visivo, accompagnando anche le loro famiglie.

Il progetto, realizzato in collaborazione con l’Università di Padova, è un’iniziativa unica nel suo genere, proprio per lo spirito inclusivo, nel senso letterale del termine: le strutture per divertimento che verranno realizzate saranno davvero alla portata di tutti. Le giostre costruite senza barriere architettoniche di qualsiasi tipo saranno a disposizione anche delle persone normodotate, proprio nel segno di una condivisione profonda e di un’integrazione tra tutti.

Giovedì 30 maggio DESPAR è stata a fianco della Fondazione nel presentare alla cittadinanza il progetto, che ha visto un notevole coinvolgimento dei giovanissimi e delle loro insegnanti: ben 26 scuole primarie e dell’infanzia della città hanno partecipato alla realizzazione del Parco, per un totale di 80 docenti e 1.300 bambini coinvolti. Sono loro ad aver costruito  tante prime idee del futuro Parco, attraverso disegni, modelli simili a plastici, cortometraggi, e un apposito sito internet.

A rafforzare il valore inclusivo dell’intero progetto, vi è anche il libro curato dall’autrice Elena Paccagnella, che ha utilizzato tutti i codici di lettura, a partire dal linguaggio Braille: un’idea nata dalla volontà di focalizzarsi non più sul deficit dei bambini quanto, invece, sulle loro potenzialità. In questo modo, il libro potrà essere letto da tutti, senza alcuna distinzione.

“E’ una grande soddisfazione, per noi, poter sostenere un’iniziativa così straordinaria e originale – commenta il Direttore Marketing DESPAR, Fabio Donà -. Un luogo che rispetti le particolarità di ognuno, ma possa essere fruibile da tutti, è il simbolo della condivisione e della partecipazione, due valori per noi irrinunciabili in un’ottica di responsabilità sociale d’impresa”

Questo progetto è coerente con il nostro impegno ad essere protagonisti dello sviluppo sostenibile del territorio in cui siamo inseriti, contribuendo ad una crescita sia sociale che economica della comunità.

 

 


...
Continua a leggere