Home | Le Ricette di Despar | Lo sformatino dell’8 marzo

Lo sformatino dell’8 marzo

Lo sformatino dell’8 marzo

Ogni giorno dobbiamo prenderci cura di noi stesse: madri, mogli, figlie, lavoratrici, amiche… ma prima di tutto donne! E uno dei piccoli grandi modi per farlo è attraverso l’alimentazione!
Perché non festeggiare trascorrendo una serata attorno ad una tavola sfiziosa ma sana, chiacchierando e sorridendo… e facendo un pieno di salute!
In questo piatto a farla da protagonista sono i cavoletti di Bruxelles: queste piccole perle fogliate ricche di proteine, fibre, minerali e antiossidanti ed una grande quantità di vitamine, i nostri naturali alleati di bellezza e benessere. L’alta concentrazione di vitamina C contenuto nei cavoletti è l’ideale per rigenerare il tono della nostra pelle, stimolando la produzione di collagene; la vitamina K è importante per il metabolismo osseo, come antiossidante e come protezione per la pelle contro i danni dei radicali liberi; per non dimenticare la vitamina A che mantiene sana la pelle!
Anche in questa ricetta non dimentichiamo chi di noi ha intolleranze e la rendiamo senza glutine: a dare carica a questo piatto è la quinoa con i suoi semi ipernutrienti, non contiene glutine ma due importanti aminoacidi, la lisina, importante per la crescita delle cellule cerebrali, e la metionina.
Questo piatto unico sano va giustamente servito con un occhio alla presentazione e alla sfiziosità, quindi lo rendiamo uno sformatino davvero carino da presentare in tavola per la nostra festa stasera!

Sformato di quinoa in verde con gamberetti
Ingredienti
200 g di gamberetti cotti al vapore
200 g di quinoa
cipolla essiccata
miscela di timo e maggiorana essiccati
pepe nero in grani
olio extravergine d’oliva
circa 20 cavoletti di Bruxelles
alloro, mezza cipolla e mezzo gambo di sedano per il brodo
sale (consigliato: sale rosa dell’Himalaya)

Procedimento
1. Cuocere al vapore sia i gamberetti che i cavoletti di Bruxelles utilizzando il brodo vegetale preparato facendo bollire in abbondante acqua il sedano, la cipolla e qualche foglia di alloro (i cavoletti dovranno essere teneri ma “al dente”, non disfatti).
2. Nel frattempo sciacquare la quinoa sotto l'acqua corrente, poi tostarla in una casseruola con un filo d’olio extravergine di oliva e la cipolla essiccata per un paio di minuti, aggiungere circa 350 g d'acqua leggermente salata, far cuocere per circa 15 minuti, poi spegnere il fuoco e lasciarla riposare finché assorbe tutta l’acqua.
3. Condire i cavoletti con un pizzico di sale, la miscela di timo e maggiorana e pepe nero macinato al momento. Riprendere la quinoa, insaporite anch’essa con la miscela di timo e maggiorana.
4. Utilizzando un coppa pasta, rotondo o quadrato a piacere, iniziare a preparare gli sformatini posizionandoli su una teglia con carta forno: sul fondo mettere la quinoa creando uno strato di almeno 2 cm e pressare con il cucchiaio.
5. Aggiungere un pizzico di spezie sopra agli sformatini, disporre i cavoletti e mettere in forno a gratinare sotto il grill per 5 min a 180°C. Sfornare, servire gli sformatini con i gamberetti tiepidi sopra ed una porzione di cavoletti come contorno. Aggiungere un filo d’olio extravergine d’oliva sopra a crudo e il piatto è pronto!

10 ricette con erbe aromatiche e spezie Punti - 20

10 ricette con erbe aromatiche e spezie

Le spezie e le erbe aromatiche sono delle sane alleate in cucina, scoprite come utilizzarle prendendo ispirazione dalle nostre ricette.

Pizza integrale con zucca, funghi e stracchino Punti - 20

Pizza integrale con zucca, funghi e stracchino

Fine settimana, tempo di pizza: con una ricetta sana, light ma comunque ricchissima di sapore.

Minestra di orzo o farro... Punti - 20

Minestra di orzo o farro...

Un primo piatto che è una vera miniera di fibre alimentari, grazie ai cereali (orzo o farro) insieme alle verdure che preferite (ma sempre di stagione!). Grazie alle fibre potremo sentirci più rapidamente sazi e la nostra digestione avv