Home  |  Ultimissime  |  I LOVE GARDEN: cerca il senso della Natura.
03.04.2017

I LOVE GARDEN: cerca il senso della Natura.

I LOVE GARDEN: cerca il senso della Natura.

La primavera è arrivata, le giornate si allungano, anche grazie all’ora legale, e il profumo dei fiori giunge più penetrante a solleticare le nostre narici. Il ritorno della bella stagione è una continua stimolazione per i nostri sensi, che si acutizzano, risvegliandosi dopo il torpore dell’inverno. Il giardino è il luogo ideale per godere della brezza odorosa di erba, del ronzio degli insetti che tornano all’opera, dei colori delicati o vivaci delle corolle che si schiudono per attrarli. Per godere appieno degli stimoli che la Natura offre in abbondanza, nascono in vari luoghi d’Italia i parchi sensoriali, creati per invitare le persone a immergersi nei meravigliosi doni della natura. La particolarità di questi percorsi è quella di proporre l’esperienza della passeggiata a piedi nudi per stabilire un più profondo contatto con la terra e trarre energia dal suolo, percependone la struttura e le diverse conformazioni.

Portare i propri bambini a vivere l’esperienza sensoriale in un parco è una bella attività di condivisione famigliare, ma qui vi vogliamo suggerire un’iniziativa che vi darà, in più, la soddisfazione di aver creato qualcosa grazie al vostro impegno: costruire un giardino sensoriale tutto per voi.

In questa piccola grande impresa I LOVE GARDEN, la linea per la cura del giardino e dell’orto, ricca di sementi di piante aromatiche, orticole, fiori, legumi, terriccio, concimi e tappeti erbosi, selezionati da Despar, vi viene in aiuto, rendendo più semplice e piacevole il vostro compito.

Il giardino sensoriale a misura di bambino.
Un bel giardino è un dono per la vista, ma anche tutti gli altri sensi sono sollecitati: l’olfatto grazie al profumo dei fiori; il gusto con la degustazione dei prodotti dell’orto; il tatto, che se a volte può causare bruciori, quando si toccano foglie urticanti come le ortiche, può anche riservare la gradevole sensazione che si prova a strofinare i polpastrelli su una pianta odorosa, come la menta, il rosmarino o la melissa, per poi odorarne l’aroma con voluttà; infine anche l’udito, deliziato dal ronzio soporifero delle api al lavoro, dal cinguettìo degli uccelli tra i rami, dal brusio delle foglie al vento.

Affinché il vostro giardino sia davvero efficace e procuri soddisfazione a voi e ai vostri bambini è importante prendere qualche precauzione:

  • tutte le piante dovranno essere accessibili ai bambini, quindi collocatele sui bordi del giardino oppure lungo un sentiero lastricato;
  • i vari tipi di vegetazione saranno piantati in ciuffi consistenti, in modo da attirare e concentrare l’attenzione del bambino;
  • evitate di sovrapporre le une alle altre le piante con la stessa struttura o con un profumo molto forte e penetrante;
  • abbiate cura di collocare le piante di piccola taglia davanti a quelle maggiori;
  • il luogo prescelto per la creazione del giardino non dovrà essere ventoso, in quanto questo pregiudicherebbe il riconoscimento degli odori e dei profumi, che si disperderebbero nell’aria;
  • se possibile ricordate di popolare il vostro giardino di vita naturale, ponendo qua e là nidi, abbeveratoi e mangiatoie, che attraggano e accolgano uccelli, piccoli roditori e insetti benefici.

Piante da odorare, toccare, accarezzare, rispettare.
Il principio ispiratore nella scelta delle piante dovrebbe essere la loro reperibilità nella zona: preferite piante locali, ben acclimatate nella vostra regione, facili da curare.

Le piante odorose e i fiori profumati avranno naturalmente uno spazio privilegiato: timo, lavanda, rosmarino (che necessita però di un luogo ben protetto), melissa, menta piperita, menta verde, finocchietto, rose, geranio pelargonio, foglie di sedano, piante a bulbo (narcisi e giacinti). Queste ultime sono utili anche a far comprendere ai bambini la stagionalità, in quanto i bulbi vanno raccolti e conservati in autunno. Ci insegnano la pazienza e l’ottimismo fiducioso della rinascita primaverile.

Ci saranno poi le piante da toccare, per stimolare il tatto, quindi piante che presentano caratteristiche peculiari come, ad esempio, corteccia rugosa, foglie coriacee o tomentose, cioè ricoperte di morbida peluria, presenza di rilievi e spine, baccelli, semi, foglie o tronchi con parti viscose. Non scordate la mimosa pudica, la cui ritrosia al tatto delizierà i bambini, che si stupiranno, come solo i bimbi sanno fare, nel vedere le foglie felciformi e delicate ritrarsi al nostro tocco.

Oltre alle piante, gli elementi.
Se le piante vi permettono di stimolare vista, gusto, olfatto e tatto, ricordate che l’introduzione di altri elementi, ad esempio diversi tipi di materiali usati per lastricare il percorso o segnare il sentiero (piastrelle in cemento, legno, porfido, tufo, tronchi, sabbia, ciottoli, erba, trucioli), contribuiranno ad arricchire l’approccio sensoriale del tocco con i piedi. Pare che, oltre alla piacevolezza di saggiare con la pianta del piede diverse superfici: lisce, scabrose, ondulate, sassose, sabbiose, il fatto di camminare a piedi nudi sia anche di gran beneficio per la salute e la postura, in quanto favorisce un corretto movimento del corpo; aiuta a esercitare la muscolatura dei piedi; agevola la corretta distribuzione del peso del corpo; fa ritrovare il baricentro naturale, spesso disequilibrato da calzature con tacchi eccessivi; aiuta la traspirazione e la circolazione del sangue; massaggia gradevolmente la pianta del piede, che ha il gravoso compito di sostenerci.

Sollecitate anche la vista installando manufatti e opere plastiche e tridimensionali: spaventapasseri, statue, banderuole. Oltre agli elementi naturali (il vento e gli animali) l’udito sarà stimolato anche da suoni prodotti da carillon, rintocchi di campane o strumenti costruiti con diversi materiali (metallo, bambù, legno) o da piccole cascate, ruscelli, corsi d’acqua. Gli elementi colorati, le alternanze di ombra e luce, oppure tra zone illuminate artificialmente e luce solare aiutano i bambini a sviluppare ulteriormente la consapevolezza dei loro sensi.

Il giardinaggio è per i bambini una formidabile fonte di motivazione e imitazione, senza contare la gratificazione che provano nel partecipare a un progetto collettivo al momento della fioritura e della raccolta. Questa pratica, oltre a divertirli, li porta alla scoperta del mondo naturale e ad apprendere l’ECORISPETTO.

I LOVE GARDEN vi offre oltre 85 prodotti selezionati (sementi e concimi naturali) per arricchire il vostro giardino sensoriale