Home  |  Ultimissime  |  PASSO DOPO PASSO: il cammino della sicurezza.
03.05.2017

PASSO DOPO PASSO: il cammino della sicurezza.

PASSO DOPO PASSO: il cammino della sicurezza.
I prodotti dell’industria agroalimentare sono oggetto di numerosi studi e controlli, sia per le conseguenze sulla salute dei consumatori, che per la crescente consapevolezza e relativo bisogno d’informazione che induce le persone a documentarsi sui rischi e i vantaggi che i vari alimenti presentano. Da parte nostra la Responsabilità Sociale d’Impresa ci ha naturalmente portato, in questi ultimi anni, ad applicare ulteriori controlli, oltre a quelli richiesti dalle norme di legge. La linea di prodotti PASSO DOPO PASSO è un vero e proprio programma di controllo, fatto di regole sicure, che permettono al consumatore di identificare la provenienza della carne, del pesce, della frutta e verdura che acquista. I prodotti PASSO DOPO PASSO li possiamo definire prodotti di filiera, perché sono oggetto di un minuzioso controllo su tutti i passaggi che li portano dal produttore alla tavola del consumatore. Con il termine “filiera alimentare”, coniato dall’agronomo francese Louis Malassis, s'intende, infatti, «l'insieme degli agenti che direttamente o indirettamente operano lungo tutto l'itinerario economico di un prodotto dallo stadio iniziale della produzione a quello finale dell'utilizzazione.» Vito Saccomandi, Istituzioni di economia del mercato dei prodotti agricoli, Milano, REDA, 1991, pagina 212. Questa accezione comprende anche i "controlli sull'origine e successiva trasformazione di un prodotto che ne garantiscono la validità tutelando la sicurezza intermedia e finale". [Fonte: Wikipedia] Cosa significa tracciabilità del cibo? Fare la spesa è diventato un impegno anche per il consumatore: per essere certi della qualità del cibo si dovrebbe sempre leggere con attenzione l’etichetta, verificare la provenienza della materia prima, il rispetto delle norme di conservazione, le indicazioni sulla scadenza e la deperibilità del prodotto. Un vero e proprio lavoro. Ogni volta che si fa la spesa si mettono nel carrello vivande che, prima di arrivare sugli scaffali, hanno subito molti passaggi e risalire all’origine di un alimento richiede attenzione. Dal 2005 è comunque possibile farlo, perché le aziende di produzione e distribuzione sono tenute a fornire le informazioni sulla provenienza dei prodotti: di una confezione di pasta si conosce il nome dell’agricoltore, quello del pastificio e il recapito del magazzino. Molti produttori vanno oltre la tracciabilità prevista per legge e scelgono di sottoporsi a speciali certificazioni, attribuite e controllate da enti autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari, quali, ad esempio la certificazione internazionale ISO 22005, relativa alla tracciabilità del prodotto in tutte le fasi della produzione e della distribuzione. Si applica sia alla filiera agroalimentare, sia alla singola organizzazione di produzione e garantisce che l’azienda ha un sistema trasparente, che permette di controllare tutto quello che entra ed esce dai suoi stabilimenti o dalla sua filiera. L’attestato di Filiera certificata o controllata, rilasciato da organismi di certificazione indipendenti, garantisce l’esistenza di un sistema che documenta il percorso completo di un alimento, dal produttore al consumatore, quindi consente non solo la rintracciabilità dell’articolo lungo tutta la filiera, ma anche la sicurezza igienico- sanitaria in ogni singola fase della lavorazione. Despar, come altre catene della grande distribuzione, ha puntato sulla certificazione della tracciabilità, grazie a una serie di progetti di filiera controllata nel mondo dei prodotti freschi. PASSO DOPO PASSO è la nostra firma su ortaggi, frutta, carne e pesce, che ti permette di acquistare in fiducia e tranquillità, senza farti carico di ulteriori controlli. Se cerchi questo marchio puoi stare certo che abbiamo già controllato per te. PASSO DOPO PASSO: il buono si fa strada. I passi che abbiamo deciso di compiere per portare sulla tua tavola prodotti sicuri e gustosi sono quattro: 1. Primo Passo: la buona terra. TERRENO e ALLEVAMENTI. Tutto parte dalla terra, dalle buone, solide radici che sostengono un percorso di qualità. La frutta e la verdura sono doni di Natura e gli animali che vengono allevati nel rispetto dei loro ritmi e necessità non possono prescindere da uno stretto collegamento con la terra. Il nostro primo passo consiste nello scegliere con cura il Terreno e gli Allevamenti su cui nascono e crescono i prodotti: la frutta e la verdura devono provenire da zone di produzione tipiche a vocazione specifica; le aziende agricole e gli allevamenti vengono selezionati e controllati da tecnici specializzati. Tutte le materie prime vengono acquistate nel rispetto di rigorosi capitolati di fornitura. 2. Secondo Passo: il buon nutrimento. COLTIVAZIONE e MANGIMI. Dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei. Questa massima la consideriamo valida anche per gli animali d’allevamento e per il nutrimento fornito alle piante. L’ECORISPETTO si esprime nello scegliere aziende agricole che applicano il metodo della lotta integrata ai parassiti, preferendolo all’uso di pesticidi e antiparassitari, nocivi per l’uomo, ma anche per l’ambiente. Gli allevamenti che selezioniamo utilizzano mangimi conformi ai disciplinari di filiera, orientati a ottenere il massimo vantaggio nutrizionale da un’alimentazione di qualità per gli animali e, di conseguenza per l’uomo. 3. Terzo Passo: le buone pratiche. CONFEZIONAMENTO E MACELLAZIONE. Le maggiori garanzie di sicurezza per i prodotti agroalimentari si ottengono proprio grazie a un rigoroso controllo della fasi più delicate, quelle di trasformazione, quali il confezionamento e la macellazione, vigilando sull’applicazione delle norme d’igiene, di conservazione e sulla catena del freddo. 4. Quarto Passo: la buona volontà. DISTRIBUZIONE E FILIERA. Per concludere il percorso virtuoso dei migliori prodotti controllati e certificati che scegliamo per te, ci preoccupiamo di consegnarli nel più breve tempo nei punti vendita, assicurando freschezza, qualità e totale rintracciabilità dell’intera filiera produttiva.