Loading
Se hai dimenticato la password clicca qui!
Home / Media & Press / Irccs Burlo Garofolo: arriva l’ecografo di ultima generazione donato da Despar

20.07.2015

Irccs Burlo Garofolo: arriva l’ecografo di ultima generazione donato da Despar

Oltre 53.000 piccoli gesti d’amore: tante sono le micro-donazioni che i clienti dei supermercati Despar, Eurospar e Interspar in Friuli e Venezia Giulia avevano compiuto partecipando alla raccolta fondi “Un’eco per la vita”.

Grazie all’iniziativa, promossa nel 2014 da Aspiag Service (la concessionaria Despar per il Nordest) a favore dell’Ospedale e Istituto di Ricerca Burlo Garofolo di Trieste, sono stati raccolti complessivamente 70.000 euro.

La donazione ha consentito all’Istituto – autentico centro di eccellenza nazionale nel settore pediatrico e in quello della tutela della maternità e della salute della donna - l’acquisto di un ecografo di ultima generazione “Voluson E 10 GE”, che facilita ulteriormente la diagnosi precoce di eventuali patologie neonatali.

Lo strumento è stato presentato ufficialmente lunedì 20 luglio, presso la Struttura Semplice di Diagnostica Ecografica Prenatale e Ginecologica dell'Irccs Burlo Garofolo (1 piano - scala B).

Per l’istituto erano presenti il Direttore Generale, Dott. Gianluigi Scannapieco, e la Dott.ssa Tamara Stampalija, Responsabile del Dipartimento Diagnostica Ecografica Prenatale e Ginecologica.

A rappresentare l’azienda donatrice invece Fabrizio Cicero Santalena, direttore del centro distributivo Despar per la regione Friuli Venezia Giulia, e Tiziana Pituelli, responsabile marketing Despar per il Friuli Venezia Giulia, prima promotrice della raccolta fondi “Un’eco per la vita”.

Siamo lieti di poter testimoniare ai nostri clienti e ai nostri colleghi”, spiega Fabrizio Cicero, “che il loro impegno durante la raccolta è andato concretamente a buon fine. E siamo orgogliosi di aver supportato il Burlo, autentico centro di eccellenza per il nostro territorio, e con esso tutte le donne e i bambini che l’istituto aiuta”.

Dott. Gianluigi Scannapieco, Direttore Generale Burlo Garofolo: "Ringraziamo Despar, e soprattutto le tante persone che hanno donato, per il sostegno a questa iniziativa, che consente al Burlo di avere uno strumento ulteriore per fare diagnostica di secondo e terzo livello, confermandosi centro di riferimento per tutto Il Friuli Venezia Giulia, e anche oltre. Ora possiamo usare la “Ferrari” degli ecografi: è importante avere una macchina d’eccellenza, ma è altrettanto fondamentale avere i “piloti” in grado di guidarla. Sicuramente il Burlo può contare su molte professionalità eccellenti, in grado di utilizzare al meglio questa nuova apparecchiatura e garantire il miglior servizio possibile a tutte le persone che si rivolgono a questo istituto in situazioni delicate: non dimentichiamo infatti che stiamo parlando di diagnosi prenatale e di gestione delle gravidanze a rischio."